Chiudere

Avete puntato sul cavallo sbagliato ? Ecco i segnali che non imbrogliano.

  • Da
  • Pubblicato il 13 luglio 2018
  • 1232
  • 39
  • 4
Condividere

L'acquisto di un cavallo é un impegno a lungo termine. Quindi é essenziale fare una buona scelta. Ahime, spesso ci si lascia trasportare da un entusiasmo senza riflessione, il che non aiuterà la relazione tra il cavaliere e l'animale. Non solo non ci sarà alcun piacere nella "coppia" neoformata, ma in piu' dal punto di vista finanziario,l'errore puo' costare caro.

Ahi! Avete comprato un cavallo che dimostra essere una" vecchia carogna,con poca forma e vigore" in breve avete puntato su un cavallo di scarsa qualità. Naturalmenteé una maniera questa é una maniera di spiegare qualcosa che nasconde spesso situazioni piu' complesse. Non siete stati in grado di controllare il suo stato fisico, mentale e comportamentale. Forse avete trascurato il BA-BA dei preamboli ad ogni acquisto ? Eppure su alcuni segnali non ci si puo' sbagliare.

Un comportamento instabile ma sotto controllo

Il comportamento di un cavallo dipende dalla sua educazione. Un cattivo trattamento, dolori nascosti che risorgono, una paura confermata o un trauma producono conseguenze che annullano e falsificano il suo comportamento naturale. Trovare le cause di questi "difetti"richiede perseveranza e pazienza  al fine di riequilibrare i suoi riflessi nella confidenza verso l'uomo. Prima di prendere qualsiasi impegno bisogna "provare" la cavalcatura e non lasciarsi sedurre dai pregi puramente estetici come un bel mantello tra le altre cose che attirano di piu'. Un "cattivo" cavallo non saprà muoversi agevolmente alle tre andature, ne saltare. Sarà reticente a farsi montare,sgropperà in box, soffierà, avrà dei tic e sarà pronto a mordere : di umore instabile, troppo eccitato, darà colpi di zoccolo contro i muri del box. Se si spaventa rischierà di essere violento, di fare dietro-front e diventare incontrollabile. Si rifiuterà allo sforzo, si comporterà in maniera asociale con i suoi congeneri o darà fastidio al suo cavaliere pur di essere in testa al gruppo. Se ha difficoltà ad uscire dal box, se mette le sue orecchie indietro, se ha lo sguardo fuggente, sarà poco affidabile per il lavoro, quale che sia. Bisogna bene analizzare il suo comportamento prima di lanciarsi in un acquisto ma anche identificare il suo eventuale potenziale per progredire e migliorare.

Manipolazioni complicate

Il cavallo potrebbe anche rifiutarsi di montare nel van- peggio, rischiare di farsi male. In breve,c'é ancora molto da apprendere: ben inteso, tutto dipende dall'uso che voi desiderate fare della vostra cavalcatura: passeggiate, concorsi- ma di colpo, un comportamento difficile é un brutto segno e a lungo termine non prospetta nulla di buono per la relazione con il cavaliere. Di conseguenza, o scegliete un cavallo che deve tutto imparare e che voi educherete in funzione delle vostre proprie competenze, o scegliete un cavallo che corrisponde alle vostre attese ed é già addestrato per l'uso a cui lo destinate. Ma prima di tutto bisogna prendere il tempo di osservarlo.

Un venditore troppo entusiasta...

Se, durante il primo incontro il cavallo fa prova di un comportamento poco incoraggiante non credete a quello che dice il venditore che vi assicurerà" che non ha mai fatto questo,che non é cosa che gli somiglia" In seguito, se il venditore mostra di aver fretta ed é particolarmente soddisfatto al momento di chiudere la transazione come se si liberasse di un gran peso, siate diffidenti. Se siete accompagnati e noi ve lo consigliamo, al momento della visita pre-vendita e che la persona si mostra meno entusiasta di voi, sappiate decifrare le sue reticenze e datevi una pausa riflessione.

Una visita veterinaria per evitare sorprese

LIl veterinario verificherà l'apparato locomotore, il cuore, i polmoni che non devono dare problemi in un cavallo in buona salute. Inoltre bisogna assicurarsi che non sia predisposto a coliche, che gli zoccoli e i denti siano in buono stato. Il veterinario potrà scoprire le eventuali debolezze, forse croniche dell'animale. Cosi' potrete fare la vostra scelta in tutta conoscenza di causa, senza lasciarsi "rifilare" un cavallo che potrebbe dimostrarsi un "pessimo affare".

RODI vi consiglia

  • Non cedete a una decisione irragionevole nell'acquisto del vostro cavallo
  • Imponetvi prima dell'acquisto, la visita da un veterinario e da un osteopata
  • Fatevi accompagnare da un professionista o da un amico conoscitore prima di finalizzare la vendita: il giudizio di una terza persona é sempre una sicurezza prima di impegnarsi
  • Provate il cavallo, ascoltatelo e cercate di determinare se andrete d'accordo con lui o no a lungo termine
Avete trovato questo articolo interessante?

Commentari

Dovreste essere connessi per poter commentare questo articolo.

Non ancora membro? Creare un account

equirodi

A proposito dell'autore

EQUIRODI