Chiudere

Acquistare un cavallo per CSO senza errori di percorso

  • Da
  • Pubblicato il 21 maggio 2018
  • 194
  • 1
Condividere

Il salto ostacoli é una delle discipline equestri che necessitano la maggior precisione. Un cavallo destinato a questo genere di attività deve dunque essere esaminato nella sua totalità per identificare il suo potenziale tecnico,fisico e comportamentale al fine di evitare errori nel "casting" (selezione). Tra i criteri che sono da considerare: le capacità del cavallo, i desideri del suo cavaliere, che sia professionista o dilettante.

Cavallo e cavaliere, un osmosi senza compromessi

Trovare un equide che ama il salto é il criterio di base. Che abbia un comportamento volonteroso, che ami la competizione, tutto cio' é estremamente importante; bisogna che il cavallo sia in buona salute e abbia voglia di lavorare. Deve essere contento di darvi il meglio di se stesso, e per questo é primordiale che si instauri una connivenza tra lui e voi, l'osmosi é la parola chiave, tra il cavaliere e il suo cavallo .  Anche se il cavallo ha un carattere difficile, se si stabilisce un rapporto di fiducia,potrà esprimere e sviluppare tutto il suo talento. Bisogna quindi saper valutare quello che vi aspettate da lui e quello che lui é capace di darvi.

Un fisico adatto

Pur sapendo che il cavallo perfetto, sia per il salto ostacoli o per altre discipline,non esiste, tuttavia dovrà possedere gli attributi fisici adatti a questa disciplina. Su questi attributi fisici non si puo' sbagliare: una bella incollatura, spalle e schiena possenti, un posteriore muscolato,dei buoni appiombi che devono essere ben diritti e quindi meno fragili. Non fidatevi di cavalli con ginocchia ingrossate,con edemi alla punta dei garretti, con ingrossamenti tendinei che indicano che il cavallo ha ricevuto un colpo o ha già un usura preesistente. Lo sguardo di un cavallo  fornisce anche molte informazioni sul suo temperamento: vivace,pauroso,fiducioso,ansioso.......Con un uscita di incollatura incurvata verso l'alto ,il cavallo avrà un migliore equilibrio. Una spalla bene inclinata avrà il vantaggio di facilitare l'uscita del garrese e il passaggio degli anteriori sull'ostacolo, che sia un passaggio classico, per competizione o passaggio d'acqua.  Il dorso lungo darà dell'ampiezza, ma potrà creare a volte difficoltà nell'affrontare una serie di ostacoli. Un cavallo con il dorso corto garantirà agilità ed elasticità. La parte bassa delle natiche é un buon criterio per giudicare la forza di un cavallo da salto ostacoli CSO. Provate la cavalcatura, é agli inizi della carriera? e domandate consiglio a dei professionisti o ad amici esperti prima di fare la scelta di un tale cavallo o di un altro. Informatevi dei suoi risultati eventuali e dei campionati a cui ha partecipato.

Salto ostacoli per il cavaliere dilettante o per il cavaliere confermato

Ogni cavaliere deve scegliere un cavallo adatto al suo livello.

Un cavaliere dilettante opterà per un cavallo con del potenziale, cosa che gli permetterà di progredire e di svilupparsi in funzione del suo livello attuale e dei suoi obbiettivi. E' dunque importante sapere quello che uno vuole FARE e SCOPRIRE  con il futuro cavallo e stabilire bene gli obbiettivi.  Prendere il tempo di provare il cavallo e di programmarsi nel lavoro, nei concorsi ma anche e soprattutto nelle sue relazioni con lui.

Non dimentichiamo che non esistono cavalli cattivi, ma cattivi cavalieri... il che significa che il  cavaliere dilettante, per la sua poca esperienza, spesso puo' sbagliarsi nella scelta della cavalcatura.

Non esitate a chiamare una persona di fiducia e del mestiere per controllare e provare il cavallo. Ogni cavallo ha il suo temperamento,la sua personalità, la sua tecnica e l'esperienza in funzione ovviamente della sua età.

Appuntamento dal veterinario e dall'osteopata

Quando si conpra un cavallo per sport sono inevitabili le radiografie degli anteriori e dei posteriori. Prima dell'acquisto verificate con il veterinario tutti gli aspetti fisici che potrebbero compromettere le capacità sportive del cavallo a lungo termine. Eventualmente, durante la visita potreste cercare i suoi punti deboli nel fisico e nel comportamento.  Grazie a una visita dall'osteopata, potrete scoprire se il vostro cavallo salta "di piatto",utilizzando poco la schiena se ha tendenza a piantarsi o a precipitarsi sull'ostacolo,se si riceve sempre sullo stesso piede, se ha difficoltà ad eseguire una volta stretta, se i suoi posteriori si trascinano e non passano o se sgroppa dopo l'ostacolo.

Indizi necessari da scoprire prima di scegliere un cavallo da ostacoli che vi darà soddisfazione. D'altronde l'osteopata saprà identificare il suo equilibrio laterale e verticale. Nel primo caso il cavallo si proietta verso l'alto girando su se stesso. Nel secondo caso, equilibrio verticale, si proietta verso l'alto sempre spingendosi in avanti. Sgropperà in tutti i sensi; bisogna che il cavaliere faccia prova di empatia e di pazienza verso la sua cavalcatura, e che lo addestri con perseveranza al fine di ridare confidenza in se stesso nel gestire le reazioni estreme.

RODI vi consiglia

  • Determinate quali sono le vostre ambizioni per trovare un cavallo adatto alle vostre aspettative, procedete per tappe
  • Passate al setaccio tutti gli aspetti fisici e comportamentali rivelatori di un buon cavallo da salto ostacoli
  • Una visita dal veterinario e dall'osteopata vi aiuterà ad effettuare la buona scelta
  • Informatevi sulle origini e sugli eventueli "palmares" del cavallo
Trova il tuo cavallo da salto
Avete trovato questo articolo interessante?

Commentari

Dovreste essere connessi per poter commentare questo articolo.

Non ancora membro? Creare un account

equirodi

A proposito dell'autore

EQUIRODI